10/03/2009

ilalla

Qui succedono cose strane. Di là l’aspirapolvere di Maria che mi sta scrostando il bagno, di qui la tv che bercia. In mezzo, io. Sulle gambe il computer, come sempre, con la noia di sempre.

 

Non sono in università per miracolo, e non riesco a godermi la cosa. Fuori sole. Ho mal di testa, il collo bloccato. Un po’ di scazzo residuo che non se ne vuole andare. Le mani che sanno di fertilizzante naturale (traducete un po’ voi), stamattina dopo tanto tempo ho ricominciato ad occuparmi delle mie piante. Aspetto le 16 per andare a sgomitare coi pensionati per ottenere dal mio medico le impegnative per fare quella dozzina di esami prescritti dal gastroenterologo stamattina. Ho la febbre, la solita febbriciattola da infezione barra infiammazione che ho da novembre ma che oggi con il mal di testa si fa sentire di più. Mi telefona l’ottico, forse hanno trovato delle lenti a contatto superdotate per i miei occhioni grandi grandi. Mi sento come se fossi in decomposizione, non me ne va una giusta. In più un lavoro infinito su Montale che mi trascino dalla scorsa settimana. Una tesina sul Medea di Christa Wolf che aspetta di vedere la luce, la gatta che vuole mangiare. Oh, c’è Gusto. Sottofiletto di fassone con lardo e topinambur gonfia-pancia.

 

Ilallà svegliati, è primavera. Presto arriverà l’autunno, e potrò finalmente cadere dall’albero.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: