Cellulite sei, cellulite ritornerai

08/08/2008

Ti svegli una mattina, prendi un cd a caso, lo metti nel pc mentre ti ingozzi di pane burro e zucchero per colazione, e… Puff, scopri che tutto è cambiato. Nascondi in fretta il pane sotto il cuscino del divano e fai in modo che ci rimanga per sempre.

Oh già. Ciò che fino a due, tre anni fa stava su sfidando la forza di gravità quasi come tributo al buon vecchio Giotto, si è mollemente accasciato e ora tende pericolosamente con una smorfia cellulitica verso le caviglie. O quello che rimane di lui. Ossia due natichette mollicce e rilassate.

Può sembrare un discorso banale, ma avete idea di cosa voglia dire trovarsi a 24 anni a guardare con l’aria meravigliata forme che non si ricordava neanche più di avere avuto? Un culo TONDO. Quando ancora la ritenzione idrica non aveva avuto la meglio e la danza del ventre aiutava i muscoletti a tener su tutta quella massa morbidosa. Quando le cosce venivano su dritte senza ammassetti adiposi sui lati. Quando la schiena era ancora guardabile e la focaccina sopra il sedere non era solo un’illusione.

Due lacrimucce di coccodrillo, poi passa tutto. Ed eccomi qui, parcheggiata sul divano a guardare Veline. Beccata con le mani nel sacchetto delle Amica Chips.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: