…scavando dal basso verso l’alto

08/05/2008

Pautasio, cosa ci combini. Il post sbagliato al momento sbagliato.

Proprio adesso che tiro le somme della mia fin troppo fortunata esistenza, e capisco che se fossi stata furba in passato ora avrei probabilmente possibilità di sviluppo, costruzione, crescita.

Invece no, sono una figa io, un PICCOLO GENIO del SBATTIAMOCENE LE PALLE DI CHE SARA’ DOMANI (…whatever will be, will be) e sono qui, studentessina dedita al cazzeggio 24 ore su 24 mentre MICOL si sposa il prossimo mese.

E realizzo che essere nati nel 1984 comincia ad essere una responsabilità, che siamo giovani ma non poi così tanto. Che siamo scissi. Scissi tra la necessità di regredire e volersi comportare da adolescenti a tutti i costi, e quella di portarci avanti ed entrare nel noiosissimo mondo dei grandi. Ma, ma. Nel noiosissimo mondo dei grandi forse un pochino di più ci si realizza. Bambini, capisci? Micol avrà dei bambini. Io sarò Ila, la zietta zitella che di bimbi non ne ha ancora perché ha pensato a se stessa per 24 anni e se l’è anche goduta parecchio. Però adesso è soooola. Uh, povera. E anche senza uno straccio di futuro marito. O meglio, è ancora nell’incubatrice.

Beh, ogni tanto ci penso. Penso a COME SAREBBE SE, ma NON E’. A come sarebbe avere un alloggetto, un maritino, un bimbino. Un lavoro, una vita mia. Sì, insomma, più mia di questa divisa tra papà, mamma e fratellozzo. Ma poi penso anche che è meglio così. Per fare certe cose ci vogliono certezze che credo di non avere ancora. E non vedo l’ora che mi piovano dal cielo, anche se succede così raramente, e solo ai più fortunati (piove sempre sul bagnato, eh).

Massì, pensiamo positivo. Cadranno la laurea, un lavoro, una casa e lo Spirito Santo verrà a farmi visita. Spero solo non sia la notte del 24 dicembre, perché ho già appuntamento con Babbo Natale.

Annunci

8 Risposte to “…scavando dal basso verso l’alto”

  1. Pautasio said

    Voglio essere il padrino di battesimo del tuo pargolo, Kat… ti preeeeeeeeeeeego!

  2. Kat said

    mi mancano 6esami alla laurea triennale (da2anni), ho una casa (non ancora, più che altro ho un lunghissimo mutuo), un lavoro (si fa per dire), un compagno e una gatta.
    lascia le paturnie a me (e anche gli attacchi premestruali che me li gioco benissimo)e goditi quello che hai che per fare delle ca**te il tempo non manca mai!!

    sia chiaro:amo il mio compagno, la mia casa e la mia gatta…..ma forse mi sono giocata un pò di altre cose…

    se finisco incinta il mio pargolo me lo porto al pub!!
    vestito da Kiss………….

  3. Pautasio said

    Quindi era solo un attacco di panico premestruale? Dio, che palle.

  4. il@ said

    Vi voglio bene!!

    Per fortuna di paturnie come questa me ne vengono una all’anno in media, ma quando succederà di nuovo ci farò subito un post, questo è sicuro! Così ci riderò su, e continuerò anche a pensare che alla fine c’è chi è ridotto peggio di me… proprio come quelle donzellette che hanno da poco risolto il dramma adolescenziale che portano al parco i figliolini preadolescenti.

    Ma il punto è: VOGLIO FARE QUALCOSA DI UTILE, VOGLIO QUALCOSA DI MIO. Ce la farò, un giorno o l’altro. E ve lo farò sapere, promesso.

    Wagon, sai che ADORO i tarri perdindirindina!! Non me ne separerò così facilmente… Un conte non fa primavera!(L)

  5. Anonymous said

    Scusa ma ho letto per caso il tuo post e mi sento proprio in dovere di dire qualcosa. Sono dell’83, ho una laurea (di ben 5 anni,non di3, pensa quanto tempo ho “buttato” sui libri…)e penso che per una donna, oggigiorno, “realizzarsi” voglia dire tante cose. Avrei potuto fare anch’io come altre mie amiche, e cioè trovarmi un lavoretto a 16 anni, sposarmi a 19 e far figli da lì in poi…ma ho scelto di vedere se per caso, prima di fare tutte queste cose, la vita non avesse anche altro in serbo per me. Poi, se mi andrà, sarò una madre a 30 anni, o anche a 35, tanto al giorno d’oggi non ti guarda storto nessuno per questo. E mi sento molto più realizzata di quelle mie vecchie amiche, per le quali il momento di evasione più grande consiste nel chiacchierare con le altre mamme ai giardini…e hanno tutte la mia età, o anche meno. E non penso che ci vada per forza un marito per sentirsi “arrivata”, mi piacerebbe un giorno avere tutte queste cose per carità, ma di certo non mi sento già vecchia ora…
    un saluto da una “donna” nient’affatto frustrata

  6. Alessandro said

    Ila, sei sicura di aver fatto i conti giusti? 2008-1984 fa solo 24, mese più, mese meno…
    È vero, a 24 anni volendo si può già essere sposati e indipendenti con un lavoro e una famiglia, ma non è obbligatorio, anzi, nella maggior parte dei casi si è appena all’inizio di una propria vita adulta e “indipendente”, la maggior parte delle persone non ha ancora un lavoro stabile a quell’età e neanche le solide basi per il proprio futuro.
    Questo che ho scritto non è per demonizzare chi è riuscito già ad impostarsi una vita indipente, è solo per dirti di non preocuparti se non stai bruciando i tempi…

  7. wagon said

    Carissimi, io di anni ne ho 25 quindi sono alle soglie dei TRENTA e sono molto più che bamboccione. Sono un babbo di minchia a babbo morto. Sarò così anche a 75 anni, anche se sarò già morto da un po’.

    D’altra parte ste notizie di gente che comincia a “vivere sul serio” alla mia età, ammetto che mi sconvolgono sempre: che sia per questioni familiari (matrimoni, prole, fughe gay in Tibet), professionali (gente della mia età con due lauree ed in carriera estrema, tipo free climbing, mentre io sto raccogliendo le margheritine a valle) o d’altro genere… sì, ci resto un po’ di merda.

    Quando un bocia scrive un libro di successo, o sfonda nello spettacolo, o quando ti accorgi che tutti i calciatori miliardari sono nati 6-7-8-10 anni dopo di te… un po’ ti rode il culo e pensi: “perchè io no?”
    Quanto sono sfigato? Quanto sono fallito? Quanto potrei essere meglio di quanto non sono? Poi boh, te ne fai una ragione.

    “Quando sei giovane le tue potenzialità sono infinite: potresti essere Einstein. Potresti essere Di Maggio. Poi arriva un momento in cui potresti essere va a sbattere contro ciò che sei stato.
    Non eri Einstein. Non eri niente.”

    (C.Kaufman)

    Ok, è di Chinaski, ma a parte questo… riflettendoci… chi dice chi è che ha successo e chi no?

    comunque io voglio sposarmi a San Pietro e fare la festa in una città aerea sostenuta da tanti zeppelin di cui poi dichiararmi imperatore, e cagare in testa alle folle di barboni sotto.

    PS: e ilallà non sei un cazzo sola, smettila di trovare scuse per crogiolarti coi tarri perdindirindina.

  8. Pautasio said

    Mi chiami in causa, io intervengo. Non resisto. E comunque so che tu lo vuoi.

    Fidanzarsi a 24 anni va bene. Sposarsi anche, ma con delle solide basi alle spalle.
    E soprattutto, sposarsi sul Musinè distribuendo tume ‘d la paja come bomboniere non è indice di maturità. Nel peggiore dei casi sei un malato di mente. Nel migliore, SEI STRANO, e basta. Ma di certo non sei un bel metro di paragone su cui giudicare la realizzazione di un’esistenza.

    Quindi sei sola, impaurita e inconcludente? La prima risposta che mi viene in mente è quella del Dr. House della Gialappa’s: NON DICA CAZZATE!
    La seconda invece è: Amen. Fregatene. Hai 24 anni. Non siamo più nell’800 dove si diventava adulti a 14, ammazzandosi 18 ore al giorni in fabbrica e finendo per sposare la propria cugina entro i due compleanni successivi.
    Basta non rimanere “bamboccioni” ancora alle soglie dei 30 anni, e poi il gioco vale ancora la candela.
    Quindi, cara Ilallà, discorsi come questi tienili nel cassetto e sfoderali tra 10 anni: se allora sarà ancora così com’è oggi, ok, quello sarà il momento di paturniarsi. Non prima. Non COSI’ prima, almeno.

    Best regards. E un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: